Risotto all’Amarone e Amarone Monte Olmi di Tedeschi

IN A WINE MOOD

Risotto all'amaroneOK, diciamoci la verità: nell’ultimo periodo ho decisamente messo in secondo piano nel blog l’argomento vino a favore di topics più masticabili.
Scrivere di vino non è facile: bisogna riuscire a trasferire al lettore le sensazioni provate all’assaggio di un bicchiere sorprendente, accendendo la sua fantasia come si farebbe con un piatto, pur sapendo che è molto più difficile far immaginare il gusto di un bicchiere di vino rispetto a quello del cibo.

Oggi però cercherò di stimolare i vostri sensi palatali parlando di un vino davvero speciale e del suo abbinamento perfetto: l’Amarone Monte Olmi di Tedeschi e il Risotto all’Amarone. Beh, solo a sentire la parola Amarone scommetto che i vostri sensi (e la vostra salivazione!) si sono risvegliati: non conosco nessuno che sia mai rimasto indifferente al suo fascino. Tra l’altro qui non parliamo di un Amarone qualsiasi, bensì di uno speciale. L’Amarone Monte Olmi…

View original post 512 altre parole

Annunci

Mousse al cioccolato con base di nocciole

QCnando

uova + panna montata + zucchero + cioccolato + nocciole + burro


Oggi gente bella si cucina un dolce super godereccio: una mousse di cioccolato con una base di nocciole strepitosa! La mousse è facile e comoda da preparare, ha pochi ingredienti selezionati ed è un’ottima soluzione anche da realizzare il giorno prima di essere servita, se non avete granché tempo il giorno scelto per proporla ai vostri invitati. La base della mousse, in questo caso, sarà composta da nocciole ma potete sbizzarrirvi anche con altra frutta secca come arachidi, pistacchi o ciò che vi aggrada di più. La frutta secca, tra l’altro, oltre ad essere buonissima, ha diverse proprietà benefiche e nutritive. Ovviamente non non bisogna esagerare, perché la frutta essiccata ha una maggiore concentrazione di zuccheri, però, nelle giuste dosi, può contribuire al nostro benessere: è utile contro la stitichezza, è consigliata per chi fa sport, aiuta la ricrescita dei…

View original post 295 altre parole

Forbes incorona la cucina dell’Emilia-Romagna

Un articolo del 2013 di Forbes incoronava la cucina dell’ Emilia-Romagna tra le più buone al mondo, se non, la più buona al mondo. È ancora così ? Secondo me si. Ammetto che il mio giudizio è un po’ di parte per il fatto di essere Emiliano. Ma spesso, durante i miei viaggi in giro per l’Italia, non posso fare a meno di provare la cucina locale. Proprio girando l’Italia ho capito che devo placare “l’orgoglio” emiliano ed essere più oggettivo. In tutta Italia si mangia bene e tutte le regioni hanno da offrire le proprie specialità. Toscana, Piemonte, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna; queste sono solo alcune e già hanno tantissimo da offrire, ognuno, con la sua storia, le sue ricette e segreti culinari. Quindi al diavolo Forbes. Godetevi l’Italia! 

Vino e crowdfunding @thewinefathers

Whyne

Se devo pensare alla cosa che mi regala più piacere da quando mi interesso di vino, escludendo i Barolo di Castiglion Falletto, i dosaggio zero e i cannonau ogliastrini, penso sicuramente ad alcune persone che ho avuto modo di conoscere. E mi riferisco a quei vignaioli che, a volte in fazzoletti di terra e con la sola forza della loro passione e competenza, tirano su un’azienda e rinnovano quella magia di creatività che fa nascere una bottiglia di vino. E non è un caso che molti dei miei vini preferiti vengano da loro.

E’ questo uno dei motivi per i quali, dopo che mi hanno segnalato questo progetto, ho deciso di spendere volentieri un po’ di tempo per raccontarlo. Perché ho pensato che alcuni di quei vignaioli, ad averlo avuto a disposizione quando iniziarono, ne avrebbero tratto un bel vantaggio.

The wine fathers è sostanzialmente un progetto di crowdfunding, ovvero una…

View original post 151 altre parole

Una coca dentro al pollo! (al forno)

QCnando

pollo + aromi + acqua + bottiglietta in vetro Coca Cola


In questo bel Mercoledì di sole ci occupiamo di un altrettanto bel polletto. E come lo possiamo fare per renderlo gustoso e morbido direttamente nel nostro forno?? La risposta è semplice: usando una praticissima bottiglietta in vetro di Coca Cola. Vedrete che risultato! Sembrerà appena acquistato in negozio. In più la bottiglietta in vetro è reperibile in tutti i supermercati e potete riutilizzarla per un sacco di volte. La ricetta è davvero facile.. eccola!


Featured image   Featured image Ingredienti
  • 1 pollo da 1 Kg svuotato
  • 1 bustina di spezie Ariosto
  • q.b. acqua fredda
  • 1 bottiglietta in vetro Coca Cola

Preparazione

Innazitutto, la sera prima dell’assaggio, lavare il pollo e lasciare sgocciolare per bene. Una volta asciutta, insaporire la carne dentro e fuori con le spezie Ariosto ed avvolgere il pollo nella carta stagnola. Lasciare riposare in frigorifero per tutta la notte. L’indomani…

View original post 122 altre parole

Il vino… Dove lo si può comprare?

Voi direte… Che domande! Nei Supermercati, enoteche e direttamente nelle cantine. Giusto, ma spesso, per pigrizia o convenienza si fa uso di internet e dell’ e-commerce, in continuo sviluppo, che sta diventando sempre più un’abitudine per gli italiani. Io ne faccio uso spesso per vini particolari o di produzione limitata che difficilmente si trovano sugli scaffali dei supermercati. CallmewineWineOwine e Xtrawine sono i siti che uso più spesso, lo ammetto, anche per pigrizia. la questione per me è un’altra. Tutti sanno che la luce e le alte temperature posso alterare il vino… Bene… Chi ci assicura che  questi rivenditori, prima del trasporto, non abbiano comportamenti sbagliati con il vino che noi andremo a comprare? Io ad oggi non ho riscontrato particolari difetti. Voi?  Se utilizzate altri siti con cui vi trovate bene fatemi sapere! 

C’è trippa per tutti!

QCnando

trippa + vino + olio + carota + sedano + cipolla + fagioli + passata di pomodoro


Buon inizio settimana! Vi comunico che oggi.. c’è trippa per tutti! 🙂 La trippa è un piatto povero ma gustoso che accomuna diverse regioni d’Italia. Ve ne sono ricette alla romana, alla toscana ecc. La trippa è costituita dal rumine di manzo, ovvero il primo dei quattro stomaci dell’animale. La trippa non può essere consumata grezza e quella in commercio è quasi sempre pronta all’utilizzo (cottura finale). Dopo la macellazione, il rumine dev’essere raschiato e lavato con cura e, preferibilmente, precotto in acqua calda. Preparare una qualsiasi ricetta con la trippa cruda, seppur ben pulita, necessiterebbe di tempi di cottura molto lunghi e senza la garanzia di raggiungere un buon risultato per cui, anche io, parto sempre dalla precotta. Inoltre, contrariamente a ciò che pensano in molti, la trippa non è un alimento grasso ma, anzi…

View original post 184 altre parole

Bruschetta vegana

QCnando

pane integrale + datterini + fragole + capperi + menta + basilico + frutta secca


Prometto che domani ci diamo alle calorie :P.. ma ancora per oggi, anche se non contiene frutta e verdura di stagione, voglio presentarvi un piatto fresco, facile da preparare e che, a mio avviso, è delizioso tutto l’anno. Spesso mi sono chiesta se realmente la cucina vegetariana, ed ancor più quella vegana, potessero soddisfare il mio palato… Bene, posso affermare che la risposta è: assolutamente si! Fan sfegatata di carne e pesce quale sono, all’incontro con Simone Salvini, noto chef di cucina vegana, sono arrivata con mille dubbi e altrettante domande.. non sapevo, ad esempio, la precisa differenza tra le due scelte; mi domandavo quali potessero essere le differenze nutrizionali rispetto ad una cucina più tradizionale e soprattutto pensavo che i piatti preparati esclusivamente con verdure, cereali, legumi e frutta non potessero avere quel sapore accattivante che ricerco ogni qualvolta mi siedo a tavola. La…

View original post 336 altre parole

Trentodoc cala il sette bello

  

  Gambero Rosso – 22/09/2015 

“Trentodoc tiene alta l’immagine del Trentino enologico in Italia e nel mondo. Più di 100 etichette assaggiate, oltre 20 nelle degustazioni finali, e 7 sul gradino più alto, quello dei Tre Bicchieri. Tante le conferme ed una piacevole novità: la new entry Opera, dinamica giovane realtà della Valle di Cembra. Un risultato che testimonia l’ottimo lavoro del comparto vitivinicolo trentino.Vini ricchi di nerbo acido, puliti e scorrevoli, di grande mineralità, capaci di maturare per anni sui lieviti acquistando profondità ed eleganza. Risultato più che soddisfacente se si pensa che alcune etichette di prestigio, come il Riserva del Fondatore Giulio Ferrari o il Flavio della Rotari, ancora sui lieviti in attesa della sboccatura.”
Ecco l’elenco dei Tre Bicchieri Trentodoc:

  • Trento Brut Altemasi Graal Riserva ’08 – Cavit
  • Trento Brut Domini Nero ’10 – Abate Nero 
  • Trento Brut Dosaggio Zero Opera Riserva ’08 – Opera Vitivinicola in Valdicembra 
  • Trento Brut Methius Riserva ’09 – F.lli Dorigati 
  • Trento Brut Riserva del Fondatore 976 ’05 – Letrari 
  • Trento Dosaggio Zero Riserva ’10 – Nicola Balteri
  • Trento Extra Brut Lunelli Riserva ’07 – Ferrari 

Articolo ripreso dal sito Trentodoc.com 

ANGRYPIG (Roma)

angrypig-birretta-e-porchetta 12027248_10207995802319376_3127214889167346892_o

Street food all’ ennesima potenza! Se siete a Roma e avete intenzione di vedere i musei vaticani, vi consiglio di andarci verso pranzo, non solo per mangiare ma anche per fare una sosta dalle lunghe camminate romane. In una via di fronte l’ingresso dei musei vaticani si trova questo angolo che io definirei paradisiaco. Angry pig, un must per i panini con la porchetta con ottime birre artigianali.

12032641_10207995893561657_7703489013486101830_o

Il locale è gestito dai due omoni dell’immagine qui sopra. L’apparenza inganna, sono due simpaticissimi romani che sanno bene come accogliere i clienti. Notando la loro disponibilità, ci siamo fatti indirizzare da loro su cosa mangiare.

12002480_10207995858680785_5882233836342551249_oIMG_0029

Due panini con la porchetta , tutti e due, con il Pane nero (fatto con carbone vegetale che lo rende più digeribile di quello tradizionale). Un escamotage per metterci tutti i condimenti golosi del bancone; porchetta, melanzane, pomodori secchi, ‘nduja e tanti altri. Non ve ne pentirete, vi lascio un link per curiosare qualche recensione.

ANGRYPIG link